❁ recensione ❁ 𝓛’𝓮𝓺𝓾𝓲𝓵𝓲𝓫𝓻𝓲𝓸 – Martina Tasso

Buondì mondo ♡
Oggi vi parlo di un nuovo romanzo, letto tramite collaborazione con la scrittrice, Martina Tasso, che ringrazio molto per avermi fatto conoscere questa bella storia.
Pubblicato tramite la campagna di crowdfunding della casa editrice Bookabook (con la quale abbiamo già avuto modo di collaborare in passato) ve ne parlo subito dopo le info generali!

✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦

Titolo: L’equilibrio
Autore: Martina Tasso
Editore: Bookabook
Pagine: 288
Genere letterario: Fantasy – Narrativa di genere
Prezzo cartaceo/ebook: 14,00€ – 6,99€
Trama: Martha, ventiquattro anni, non ha mai perso la capacità che hanno i bambini di vedere le fate. Durante una vacanza incontra Mirko, un ragazzino enigmatico che la porta in un luogo fuori dal tempo: un’isola abitata da una tribù di indigeni, gli Wandut, dove Martha riscopre il gioco e la spensieratezza di quand’era bambina. Ma forse l’isola non è il paradiso che sembra e nemmeno lì si può sfuggire alle responsabilità e al dolore della vita “da grandi”. L’omicidio improvviso di un bambino riaccende un conflitto che sembrava essersi spento da tempo, tra gli Wandut e gli Invasori Bianchi. Martha dovrà capire da che parte schierarsi, con l’inarrestabile Mirko o l’affascinante Capitano James. E l’indecifrabile Gabe vorrà affiancarla in questa faida?

✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦✦

Vorrei intanto fare i complimenti a Martina per aver scritto un romanzo davvero valido: l’ho finito in appena due giorni, tanto mi aveva catturata. Lo stile narrativo è accurato, scorrevole e mai noioso, in ogni capitolo succede sempre qualcosa di intrigante che mi ha portata a dire: “non posso smettere, devo leggere un’altra pagina”.

Mi sono immersa in questa lettura anche grazie alla playlist consigliata (che si può trovare nella bio di IG di Martina) e dopo un primo episodio di vita quotidiana – una vacanza in campeggio con “amici” non proprio simpatici – la nostra protagonista Martha, viene catapultata in una realtà in cui vedere le fate è normale, il tempo scorre diversamente e poco per volta, dopo essersi ricordata cosa vuol dire giocare e tornare bambini, sembra anche dimenticare da dove proviene.

Di questo romanzo ho amato il fatto che la fatina Felì, che segue Martha in tutta la sua vita, sia sempre con lei, la guida e sostiene nei momenti difficili. Infatti tramite queste pagine vengono veicolati alcuni messaggi nascosti, come il bullismo di cui tutti potremmo essere stati vittime, violenza e solitudine, ricordi, risentimento e una faida che non potrà mai finire perché è proprio quella stessa faida che genera “l’equilibrio” dell’isola.

Purtroppo mi sento anche di segnalare alcuni aspetti che non mi hanno convita: il linguaggio a volte volgare e troppo “italianizzato” non sposa bene l’ambiente e la trama di cui si parla; inoltre ci sarebbero alcuni buchi nella narrazione (informazioni che forse vengono date per scontate, ad esempio la città in cui si trova la protagonista). Il finale forse mi ha fatta rimanere un po’ male ma perché desideravo qualcosa di più per la protagonista, ma alla fine penso che la scelta di questo finale specifico sia coerente con la trama, e con il fatto che prima o poi tutti dobbiamo crescere e dobbiamo fare i conti con questa realtà.

Mi sento in ogni caso di votarlo ⭐⭐⭐⭐/5.

Note sull’autrice. Martina Tasso.
Nata il 16 novembre del ’95, vive da sempre in un minuscolo paesino della provincia di Padova. Dopo il liceo artistico, si è diplomata in un’accademia di musical e ora scrive e dirige spettacoli per il teatro. Per un periodo ha pubblicato racconti a puntate sul sito TheIncipit, e L’Equilibrio è il suo romanzo d’esordio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...