– MINI RECENSIONE – L’eredità dello stregone ⁎ Roberta Fierro

Buonsalve cari Divoratori,

pronti per un po’ di magia? Eccoci qui con L’Eredità dello Stregone di Roberta Fierro.

-·=»‡«=·-

  • Titolo: L’eredità dello stregone
  • Autore: Roberta Fierro
  • Casa editrice: La Ruota
  • Genere: fantasy
  • Pagine: 352
  • Data di pubblicazione: 17 agosto 2020
  • Prezzo: 11,40€ cartaceo (Amazon)
  • Sinossi: La magia scorre nelle radici della Terra, è sempre stata presente nel mondo come un elemento primordiale e indissolubile. Gli esseri umani non lo sanno, i loro occhi non possono vedere cosa c’è al di sotto del Forth Bridge di Fife, un’adorabile cittadina scozzese. Non conoscono la piramide gerarchica delle città incantate. Un antico segreto. Una vendetta meditata negli anni. Due destini che si intrecciano per tessere la trama di una storia già vissuta. Riuscirà il bene a contrastare le forze del male? Il futuro del mondo è nelle mani di quattro coraggiosi ragazzi.

-·=»‡«=·-

Ho conosciuto questa scrittrice grazie alla collaborazione realizzata per la sua prima dualogia (Rosso è il colore del destino) e ne sono rimasta affascinata. Ella stessa ha proposto nuovamente di collaborare e, più che volentieri, mi sono lanciata nella magica città di Aires!

Un urban fantasy ambientato in Scozia, dai sapori magici e freschi, dinamici e misteriosi. Accanto ai quattro protagonisti possiamo riuscire a cogliere l’importanza dell’amicizia, della forza di volontà, del coraggio. Maghi e Stregoni sono due facce della stessa medaglia: il buio e la luce, il bene e il male; si può pensare che siano in antitesi, ma non è così. La dicotomia tra questi due gruppi è la forza della comunità magica, gli uni farebbero fatica a vivere senza gli altri. Le due fazioni convivono quasi pacificamente, difendendo Aires e tutto il mondo magico. La città magica è estremamente affascinante, descritta in modo evocativo e fantasioso. Unico neo: avrei voluto vedere di più, tanto mi ha incuriosito e forse poco si è visto. I personaggi sono uno dei punti forti del libro. La storia, infatti, segue le storylines dei quattro protagonisti (Camille, Alistair, Elliot e Maya), che finiscono ovviamente per intrecciarsi, ma non in maniera del tutto banale. Mi sono piaciuti abbastanza, un quartetto carismatico, che sa farsi apprezzare. Ben costruiti e caratterizzati, ognuno con pregi e difetti, la propria storia e le proprie ferite, li ho trovati veri e interessanti, soprattutto Elliot. Anche i legami che si sviluppano tra di loro sono raccontati bene. L’autrice ha fatto un ottimo lavoro sia con il worldbuilding, originale e ben studiato, sia con la trama, appassionante e ricca di colpi di scena. In alcuni casi è ricaduta un po’ nei classici clichè del genere fantasy, ma ha saputo sempre tenere viva la mia attenzione.

É stata una lettura fluida e piacevole, che è volata via in pochi giorni. Qualche difetto ce l’ha, ma tutto sommato è davvero un buon libro ed è un buon esempio di fantasy italiano.

VOTO: ◈◈◈◇◇

Carlotta ~ Il profumo dei Libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...