Incipit del Martedì #12

L’autobus stava per partire, rombava sordo con improvvisi raschi e singulti. La piazza era silenziosa nel grigio dell’alba, sfilacce di nebbia ai campanili della Matrice: solo il rombo dell’autobus e la voce del venditore di panelle, panelle calde panelle, implorante ed ironica. Il bigliettaio chiuse lo sportello, l’autobus si mosse con un rumore di sfasciume.  …

Leggi tutto Incipit del Martedì #12

Incipit del Martedì #10

La casa era alta, con un incredibile tetto di tegole a spiovente. Avvicinandosi a piedi dalla strada costiera, Gerald Nately pensò che fosse quasi una nazione a sé, un microcosmo geografico. Il tetto calava e s’innalzava irregolare sopra l’edificio principale e due ali stranamente angolate; la balaustra di una terrazza costeggiava una cupola a forma …

Leggi tutto Incipit del Martedì #10